Serie C: sconfitta all'ultimo inning con Ravenna.

Bella ed avvincente la gara disputata domenica dal Rimini 86
contro il Cral Mattei di Ravenna, che ha rappresentato l'ultimo impegno
casalingo per questa stagione. Guardando la classifica e memori del risultato
dell'andata le aspettative erano di un'ennesima sconfitta per manifesta,
tuttavia questo ha generato un sano atteggiamento da "liberi dall'esito"
nell'affronto della partita da parte dei Gufi che ha prodotto invece una gara
avvincente risoltasi solo al nono inning a favore dei ravennati con il punteggio
di 8 a 4, nono inning iniziato con le squadre in perfetta parità sul 4 a 4.

L'inizio gara vede le due squadre molto attente e
concentrate. Al secondo inning i ravennati segnano due punti su un bel triplo
di Corsino. Al quinto altri due punti per gli ospiti che si portano avanti 4 a
0 ma nella parte bassa dello stesso inning il Rimini 86 reagisce e riporta il
risultato in parità con due belle valide di Corazzi e Piccari che portano a
casa rispettivamente due punti ciascuno. Si prosegue con il risultato in parità
fino al nono con finale al cardiopalmo. Parte bene il lanciatore Frisoni che
con un'assistenza in terza contribuisce ad ottenere il primo eliminato. Poi
però una serie di lanci pazzi permettono al Ravenna di segnare un punto.
Subentra Piccari che non riesce a contenere l'attacco ospite che segna un altro
punto sempre su lancio pazzo. Tocca quindi a capitan Gasparotto che paga
l'ingresso a freddo subendo un doppio che porta a casa altri due punti. Il
Rimini 86 rischia il naufragio, con il Ravenna a basi piene ma una bella presa
al volo di Genestreti sull'esterno sinistro e conseguente assistenza
direttamente a casa – davvero un bel gesto atletico - permette ai Gufi di
chiudere l'attacco ravennate senza subire altri punti.

La tensione è alta ed il line-up riminese è chiamato ad una
impresa non facile. Le cose sembrano mettersi bene con i Gufi che riempiono le
basi ma Gasparotto prima e Bertozzi poi finiscono strike-out scrivendo la
parola fine sull'incontro.

Da elogiare la squadra riminese, che ha chiuso il secondo
incontro consecutivo senza commettere errori e ha pagato soprattutto una certa
sterilità in attacco ed a cui va riconosciuta l'innegabile crescita frutto
della costante dedizione del coach Perazzini e dell'impegno dei ragazzi. C'è
ancora molto da fare, ma le prospettive sono buone anche in vista della
prossima stagione. Tuttavia da subito si chiede al Rimini 86 un ulteriore salto
di qualità dovendo affrontare domenica prossima l'attesissimo derby con il
Torre Pedrera Falcons.

Stampa Email

ASD Rimini 86 Baseball Rimini via Bengasi, 3 Club P.IVA 02148070408 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.