Sette domande a... Simone Perazzini

 

1240078 511522195608830 657068671 n

      

Ciao Simone, ti va di fare due chiacchiere sull'inizio dell'attività giovanile della stagione 2014? Sei il responsabile di questo settore per il Rimini 86 e quindi ne sai a pacchi...
Ciao Alfredo! Mooolto volentieri! Anche perchè ci sono un sacco di novità…

 

Domanda: Come sta andando il reclutamento dei nuovi gufetti? Sappiamo che stai dedicando una bella fetta del tuo tempo a girare le scuole del circondario.
Risposta: Esattamente, da un paio di mesi è partita l’attività di promozione in tutte le classi di alcune scuole elementari del Riminese, ma stiamo valutando la possibilità di estendere le lezioni anche alle scuole medie.

D: Facci capire come cerchi di convincere un bambino a giocare a baseball, e in particolare nel Rimini 86!

R: Mah… in realtà è più facile di quello che si possa pensare, le tre lezioni che si svolgono a scuola hanno sì lo scopo di insegnare ai bambini un nuovo sport, ma obbiettivo primario è quello di valorizzare al massimo l’attività ludica.
In questo modo si cerca di stimolare gradualmente l’interesse del ragazzo a cimentarsi in seguito con una disciplina non tanto conosciuta come la nostra. E la curiosità fa il resto del lavoro :)

 

 

D: Qual'è l'approccio che voi istruttori tenete nei confronti dei bambini, specialmente di quelli nuovi?
R: Come ti dicevo prima è importantissimo tenere sempre presente che il tutto va visto come un gioco, vengono premiati impegno, costanza, e i piccoli risultati che quotidianamente arrivano, incoraggiando e stimolando in maniera positiva chi si cimenta con nuovi esercizi. Spesso le principali difficoltà vengono superate semplicemente con il supporto di un tecnico che fa capire al giovane la facilità e semplicità del gesto da eseguire.

 

D: Dopo alcune difficoltà, quest'anno sembrano risolti alcuni problemi sugli spazi in palestra, puoi confermarcelo?
R: Si! Abbiamo risolto, non senza sacrifici, la delicatissima questione spazi e palestre. Attualmente gli allenamenti vengono svolti tutti i giorni della settimana, suddivisi in 4 strutture differenti disposte sull’asse logistico della via Marecchiese.

 

 399551 10150454887717142 659419114 n

 

D: Come vengono preparati gli istruttori? Esiste un programma di aggiornamento? Spiegacelo in due parole
R: Tutti i nostri istruttori sono “malati di baseball” da diversi decenni, tuttavia non mancano momenti di aggiornamento e condivisione a livello federale, come l’ultimo stage sul tiro di ottobre o la prossima coach convention di gennaio 2014 alla quale una nostra folta delegazione parteciperà. Da quest’anno abbiamo inserito nel programma dei tecnici anche costanti briefing pre-post allenamento e incontri a scadenza più lunga dove vengono monitorati i ragazzi singolarmente.
In occasione di questi incontri, una o due volte all’anno (dipende dalla categoria) vengono coinvolti anche i genitori dei ragazzi.

D: Qual è secondo te il livello che hanno raggiunto i nostri ragazzi? Esiste qualcuno nell'orbita di qualche rappresentativa regionale o nazionale?
R: Risponderò a questa domanda dicendoti che negli ultimi due mesi estivi i Gufetti hanno tutti lavorato sodo, grazie all’inserimento del terzo allenamento; qualcuno di loro ha iniziato a stropicciarsi pian piano le alette, facendo qualche timido saltello sul posto in una vaga idea di stenderle per bene e planare fuori dal nido.
Attualmente, in palestra, stiamo lavorando su ali e artigli per rendere la caccia (di qualche soddisfazione sul campo) la più proficua possibile. Io e Paolo (Zonzini n.d.r.) abbiamo visto una costante volontà di far bene da parte di tutti i ragazzi, diciamo che i prossimi mesi di preparazione saranno quelli decisivi per farci capire se qualche Gufetto ha le ali pronte per svolazzare felice in qualche rappresentativa.

 

simone mod

        

D: Cosa pensi del movimento giovanile del baseball a livello nazionale?
R: mah, a livello nazionale tutto sommato penso che riusciamo ad esprimere un buon baseball, nello specifico nel nostro territorio, ci sono diversi club che da decenni fanno un ottimo lavoro, tecnici molto preparati e professionali, diciamo che rispetto al mio esordio nel baseball parecchie cose sono cambiate. Mi riferisco alla serietà con la quale lavorano ormai diversi team sia a livello Romagnolo, ma anche Emiliano e mi riferisco alla zona del parmense. Non a caso la selezione allievi che ho avuto il piacere di seguire all'Europeo di Kutno in Polonia era composta da un nutrito gruppo di emiliani. I veri problemi si hanno quando un giovane inizia a diventare “adulto”, mi riferisco all’età dei 16-19 anni.
Per questa fascia d’età reputo che si sta facendo (da anni) veramente troppo poco, i ragazzi hanno bisogno di giocare il più possibile e per gli atleti non in orbita IBL questo è praticamente impossibile, si devono cosi accontentare di poco più di una dozzina di incontri nelle varie squadre di B e C…

 

D: Grazie 1000 Simone, e in bocca al lupo per la stagione appena iniziata!
R: Grazie a te Alfredo e complimenti per il lavoro che stai facendo!

 

Intervista di Alfredo Quadrifoglio, Rimini 27 Novembre 2013

Stampa Email

ASD Rimini 86 Baseball Rimini via Bengasi, 3 Club P.IVA 02148070408 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.