Back to School 2016, le pagelle

fusilliVoto 5 all'organizzazione del torneo, che nonostante una struttura potenzialmente da serie A, schiera in campo uno staff che non si vede, non capisce, e dà risposte a caso. Con l'unica eccezione della biondina del bar (voto 8), alla quale dobbiamo far riferimento per problemi di ogni genere. Velo pietoso sui fusilli in umido con polpette serviti su letto di ketchup annacquato (voto 2). Chi ha il pane non ha i denti.

Voto 7.5 al nostro presidente. Appassionato, entusiasta, curioso, contagiato e contagioso, eccellente bigliettone da visita per presentare alle squadre incontrate sulla nostra strada i progetti futuri di questo gruppo, che si è messo in testa alcune idee meravigliose. State connessi, ne riparleremo. Seconda giovinezza.

Voto 8 ad Arsenio, ed al suo caffè (voto 9) che ci ha svegliato ogni mattina col profumo di casa nostra, e ci ha condotto ovunque con gentilezza proverbiale e col sorriso sempre sulle labbra. Bisonte della strada.

Voto 9 alla città di Praga, accogliente come la ricordavamo, palazzi maestosi e piazzette dietro l'angolo, tanti ragazzi a viverla col sorriso sui loro visi pallidi. Trdelnik e Urquell, goulash e Becherovka in combinazioni sempre vincenti. Valzer boemo.

Voto 10 al gruppo di genitori e tecnici che hanno partecipato, ciascuno a modo suo, a questa avventura. Colorando e dando vita alle tribune dell'impianto di gioco, facendo gruppo, godendosi i momenti liberi, partecipando al progetto. Noi da parte nostra ce l'abbiamo messa tutta, con le risorse e le intenzioni migliori possibili. Se abbiamo sbagliato, faremo meglio la prossima volta. Perché, statene certi, ci sarà una prossima volta.