Campionato Serie C federale - Rimini86 - Riccione: 4-12

IMG 20160605 WA0013Per l'inizio del girone di ritorno del campionato di serie C, il Rimini 86 ospita il Riccione, il manager Mike Romano e il coach Giampaolo Zonzini devono fare a meno di Gabriele Corazzi, Luca Bertozzi e Marco Nori mentre Francesco Brenda viene risparmiato in vista dei prossimi impegni con la rappresentativa regionale al Torneo delle Regioni. Il Rimini 86 si schiera con il capitano Gasparotto sul monte, Carola a ricevere, Golfieri in prima base, Perazzini in seconda, Buresta in terza, Fontana interbase. Gli esterni sono Piccari a sinistra, Navarra al centro e Cappelli a destra.

Il primo inning vede il Riccione portarsi in vantaggio per 1 a 0, dopo una battuta valida e con due eliminati, alcune imprecisioni o scelte sbagliate della difesa fanno arrivare il corridore fino a casa. Nel secondo attacco gli ospiti non riescono ad essere pericolosi, mentre i Gufi segnano 3 punti con le valide di Golfieri, Gasparotto, la base per ball a Piccari poi portati a casa dalla battuta di Carola, dalla volata di Buresta e dalla valida di Cappelli.

Nella terza ripresa il risultato rimane fermo sul 3 a 1 per i padroni di casa. Nel 4° inning il Riccione segna 4 punti: in questa fase pesano davvero di più i demeriti della difesa che i meriti dei battitori ma nel baseball gli errori si pagano cari ed il Rimini 86 in fase difensiva ne commette troppi.

Nel 5° attacco il Riccione segna altri 2 punti con la complicità della difesa di casa, il Rimini 86 segna 1 punto con Perazzini che batte valido, poi spinto a casa da Cappelli e Navarra, a fine 5° ripresa il punteggio è quindi di 7 a 4 per gli ospiti. Nel 6° inning con un punto entrato ed un eliminato sale sul monte Buresta, con Cappelli che si porta in 3° base e Gasparotto all'esterno. L'impatto di Buresta è positivo, e con 2 K si chiude la ripresa. In attacco invece il Rimini 86 non riesce più a segnare, in alcune occasioni manca anche quel pizzico di buona sorte che avrebbero meritato alcune belle battute che invece finiscono esattamente nel guanto degli esterni.

Dopo un 7° inning tranquillo, nell'ottavo i riccionesi allungano in maniera definitiva, con Buresta che viene rilevato da Cristian Fattori sulla situazione di 3 punti entrati, 1 eliminato e basi piene. Il Riccione segna anche il 4° punto con una volata prima della terza eliminazione.

Nella nona ripresa c'è da segnalare l'ingresso di Alessio Taranto e Giacomo Genestreti, con le difese che hanno la meglio sugli attacchi ed il punteggio finale è di 12 a 4 per il Riccione, il cui lanciatore partente ha retto per tutta la partita ed è stato sostituito solo per l'ultima eliminazione. Onore al Riccione che ha meritato la vittoria, ma il Rimini 86 non può e non deve rendere il compito così agevole agli avversari; la fase difensiva è stata assolutamente insufficiente, ed in questo sport gli errori si pagano. E come sempre Forza GUFIII!!!